Deficit dell’attenzione


Per informazioni, contattaci!

011.30.54.209

Scarica il modulo informativo del nostro centro. Una breve guida per i primi passi da compiere.

È uno stato di permanente iperattività ed impulsività caratterizzata dalla quasi totale mancanza di autocontrollo dei bambini.  Con il passare del tempo il deficit di attenzione può causare del disagio e difficoltà varie per i bambini che ne sono soggetti.

Per individuare se un bambino presenta questo problema è necessario verificare che questi disturbi si presentino per almeno 6 mesi consecutivi, onde evitare di confondere il deficit di attenzione per una eccessiva vivacità.

In genere si riscontra prima dei 7 anni di età. È importante considerare che non ci troviamo di fronte ad una malattia, ma ad un problema che può essere affrontato con delle strategie.

Bambini con problematiche di deficit di attenzione

Per inquadrare correttamente il problema è fondamentale prendere coscienza che non è questione di educazione del bambino e che non bisogna considerarlo capriccioso o maleducato, i genitori non hanno nessuna colpa o carenza educativa.

Il bambino affronta un disagio dovuto all’insicurezza della propria condizione, i genitori potranno guidarlo dando poche regole chiare da rispettare utilizzando un tono assertivo.

Il deficit di attenzione è sicuramente un problema che influisce negativamente sull’apprendimento scolastico, ma anche in questo ambito è possibile seguire un percorso che coinvolga l’insegnante.

Per questo motivo i nostri psicologi specialisti coinvolgono sempre oltre che i genitori ed i bambini, anche professori ed insegnanti.

In genere i bambini che presentano deficit dell’attenzione mostrano una serie di comportamenti tipici:

  • Sempre in movimento
  • Impazienti
  • Impulsivi
  • Sembra che non ascoltino mentre gli si parla
  • Difficoltà a seguire istruzioni anche semplici
  • Problemi nell’apprendimento a scuola rispetto ai compagni

 

Anche se il bambino presenta da diversi mesi questi comportamenti, per individuare il percorso più corretto da intraprendere è necessario effettuare un test con uno psicologo specialista.